Boutique della Consulenza

“Riservato a chi cerca il meglio”

Al giorno d’oggi la gente sa il prezzo di tutto e non conosce il valore di niente

Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray – 1891

Proprio come in una sartoria esclusiva, l’attenzione ai dettagli e alla qualità permettono la realizzazione di soluzioni uniche su misura.

Il consulente di fiducia, mira a generare valore nel tempo basandosi sulla conoscenza delle esigenze personali, utilizzando competenze ed esperienza.

Il team e un intero network di professionisti, per affrontare le esigenze più complesse e garantire nella massima riservatezza una soluzione integrata.

Pianificazione e tutela patrimoniale della famiglia

“La Protezione Patrimoniale è un vero atto d’amore verso se stessi e i propri cari.”

La Pianificazione e tutela patrimoniale della famiglia è oggi indispensabile alla luce del contesto economico-sociale.

L’evoluzione del nucleo familiare (famiglie allargate, convivenze, ecc..) ha fatto emergere nuovi rischi e nuove necessità, le quali devono essere analizzate, comprese e affrontate con l’aiuto di un professionista di fiducia.

Un caso reale per comprendere..

(caso reale leggermente semplificato per brevità e con nomi di fantasia nel rispetto della privacy)

Franca (80 anni) è una casalinga, moglie di Antonio (85 anni), ex imprenditore, malato da tempo di Alzheimer.

Dispone di un cospicuo patrimonio che Franca gestisce ormai sola, facendosi però consigliare da Marco (legale) e da Filippo (commercialista), che da tanti anni seguono gli interessi della famiglia.

L’unico figlio, Daniele di 45 anni, vive e lavora in Germania da anni e non ha ottimi rapporti con i genitori.

La preoccupazione di Franca è garantire assistenza al marito in futuro, nel caso questi dovesse sopravviverle, tenuto conto dell’assenza pressoché totale del figlio.

Ha ricevuto e valutato insieme al legale e al commercialista, molteplici proposte formulate da compagnie di assicurazione e banche, sempre limitate a prodotti più o meno efficienti e redditizi, ma non costruiti sul caso specifico, quindi ritenuti non risolutivi.

Hai mai pensato alla necessità di tutelare i soggetti più deboli e bisognosi della tua famiglia? Come hai proceduto? E consigliato da chi?

La signora mi viene presentata da un conoscente comune, la incontro e mi presenta in breve la sua situazione.

Per cercare di costruire una soluzione ottimale al problema ho avviato una consultazione con Franca, coinvolgendo subito anche il legale e il commercialista di fiducia, per approfondire tutti gli aspetti familiari e tecnici.

La collaborazione e il confronto diretto tra tutti i professionisti ci ha consentito un’analisi approfondita del problema sotto tutti i punti di vista e di isolare alcune potenziali soluzioni, fino a giungere, una volta valutati anche rischi ed effetti collaterali, a una soluzione che potesse risolvere il potenziale problema futuro di Antonio, ma anche quello di Franca stessa, considerata anche la sua età avanzata, il tutto senza ledere in alcun modo i diritti del figlio, unico erede, sebbene lontano.

Protezione del patrimonio dai creditori

“La Protezione Patrimoniale è efficace solo se preventiva”

La Protezione patrimoniale dai creditori è un elemento di rischio spesso sottovalutato perché non caratteristico del passato.

Il contesto attuale, invece, mostra un forte incremento dei contenziosi e delle cause legali, con ingenti ripercussioni professionali e personali.

Tutelarsi in anticipo, anche quando: “Tanto a me non capiterà”, è l’unica soluzione valida.

Un caso reale per comprendere..

Giuseppe è un chirurgo cinquantenne, che presta servizio in un ospedale lombardo. Sposato con Elena di 44 anni, impiegata in una azienda commerciale. Hanno due figlie, di 21 e 17 anni, entrambe studenti.

Alcuni anni fa ha ereditato una somma piuttosto importante dai genitori,  entrambi scomparsi nel giro di breve tempo e si è rivolto a me, presentato da un conoscente al quale già prestavo consulenza.

Data la particolare professione e tenuto conto della giovane età delle figlie (all’epoca entrambe minorenni), oltre a ragionare in tema di pianificazione dell’investimento della somma per il futuro, ho sollecitato Giuseppe sul tema della protezione del patrimonio da possibili potenziali aggressioni da parte di creditori.

In prima battuta mi ha risposto di essere a posto, in quanto assicurato con polizze per rischi professionali e quindi di non considerare questo come un potenziale rischio e ci siamo perciò dedicati  alla costruzione di un portafoglio di investimento adatto agli obiettivi già dichiarati.

Tuttavia qualche tempo dopo, a seguito di un articolo apparso sulla stampa, relativo al caso di una ingente richiesta danni a carico di un chirurgo (tra l’altro a lui noto) per un intervento non ben riuscito e alla successiva causa legale per risarcimento danni avviata dai legali della paziente che aveva mandato il rovina il medico, Giuseppe, un po’ spaventato, mi ha interpellato chiedendomi di riprendere al più presto il discorso in precedenza accantonato.

Hai mai pensato ai rischi professionali e come tutelare la tua famiglia e il tuo patrimonio? Come hai proceduto? E consigliato da chi?

A questo punto ho consigliato a Giuseppe una diagnosi complessiva del patrimonio, per non limitare la protezione ai soli risparmi di mia conoscenza, ma per vagliare le migliori strade percorribili.

Dall’analisi, oltre a quanto noto, è emerso un rilevante patrimonio sia finanziario che immobiliare, sia ereditato, sia acquistato dopo il matrimonio.

Per approfondire meglio alcuni dettagli ho consigliato il coinvolgimento di un notaio e, non avendo Giuseppe un professionista di fiducia, gli ho presentato uno degli studi con cui collaboro, appartenente al mio network di professionisti.

Insieme al notaio, abbiamo analizzato la situazione e evidenziato alcune possibili soluzioni per ridurre al minimo i danni derivanti dal rischio di aggressione da parte di creditori e presentato a Giuseppe e coniuge il progetto di Protezione patrimoniale completo.

Passaggio Generazionale

“Stabilire regole successorie precise tutela gli eredi e protegge il patrimonio familiare dalle dispersioni”

Il passaggio generazionale è un tema delicato, spesso evitato per molteplici motivazioni.

Le liti tra gli eredi causano, tra costi legali e non, la perdita del 20/30% del patrimonio (secondo le stime del 2018), è per questo fondamentale stabilire regole precise e strategie di successione.

Un caso reale per comprendere..

Francesco è un pensionato 70enne, ex commerciante. Separato e padre di due figli, entrambi lavoratori e con famiglia propria.

E’ intestatario di un rilevante patrimonio finanziario ed immobiliare.

Vive con una nuova compagna, molto più giovane di lui, in una villa di sua proprietà esclusiva.

Si avvale della mia consulenza in ambito finanziario da diversi anni, durante i quali abbiamo costruito il suo personale portafoglio per il conseguimento dei suoi obiettivi.

Recentemente gli ho proposto il servizio di Pianificazione patrimoniale, non limitandosi più solo alla gestione della parte finanziaria, anche in vista del futuro trasferimento dello stesso ai propri figli e alla sua compagna.

Analizzando approfonditamente la situazione familiare e patrimoniale, è emersa anche l’esistenza di un testamento, depositato presso un notaio suo lontano parente.

Hai mai pensato all’opportunità di pianificare il passaggio generazionale del tuo patrimonio? Come hai proceduto? E consigliato da chi?

Volendo giungere a un’analisi corretta abbiamo incontrato il notaio e, una volta valutati i dati emersi dalla diagnosi completa del patrimonio esistente, abbiamo definito insieme a Francesco quali fossero i suoi desideri futuri per la destinazione del patrimonio e valutato i contenuti del testamento esistente, alla luce delle quote di legittima e della figura della compagna, alla quale sarebbe intenzionato a garantire un futuro agiato.

Chiarito il tutto, sempre insieme al notaio, abbiamo concordato una strategia unica comprendente una serie di operazioni sul patrimonio immobiliare e su quello finanziario, aventi come finalità di predisporre quanto oggi desiderato da Francesco, nel rispetto della legge (è separato ma non divorziato), mantenendo però in capo a lui il potere di modificare quanto oggi pianificato, qualora la situazione familiare dovesse cambiare nel tempo, e con una attenta analisi anche dell’ottimizzazione fiscale.

La Boutique della Consulenza Patrimoniale

Servizi di alto livello dedicati, personalizzati, creati su misura.